Accesso agli open data dell'Unione europea
EUROPAPortale Open Data dell'UEAngolo degli sviluppatori
Menu
Panoramica Risorse per la formazione Progetti Sandbox

Angolo degli sviluppatori

Il portale Open Data dell'UE (EU ODP) intende favorire l'utilizzo dei set di dati dell'UE per creare applicazioni di terzi. A tal fine gli sviluppatori possono usare due interfacce di programmazione (API) per effettuare ricerche nelle banche dati: un sistema REST API e un endpoint SPARQL.

REST API

Per accedere al portale EU ODP si può utilizzare il sistema REST API. Tutte le funzionalità del portale sono disponibili attraverso l'interfaccia per la programmazione dell'applicazione (API), che comprende la maggior parte di ciò che si può fare con l'interfaccia web. Le informazioni recuperate possono essere utilizzate da un codice esterno per trasformarle, aggiornale o farvi riferimento e fornire un nuovo input per ulteriori chiamate all'API.

Per le attività di programmazione la nuova API è disponibile al seguente URL di base: https://data.europa.eu/euodp/data/apiodp/

Le richieste e le risposte sono in formato JSON (specificato in RFC 4627) per tutte le chiamate. Tuttavia, i servizi che forniscono informazioni dettagliate forniscono anche una risposta in RDF/XML, di solito incorporata nella risposta JSON.

Un'API esistente basata su CKAN è ancora disponibile (data/api/) ma consigliamo agli sviluppatori di migrare alla nuova API, più vicina al nostro modello di dati.

Le  specifiche della nuova API sono pubblicate nel  formato  OpenAPI su SwaggierHub: https://app.swaggerhub.com/apis/EU-Open-Data-Portal/eu-open_data_portal/

Anche il file con la descrizione in formato OpenAPI è disponibile per il download:eu-odp_openapi.yaml

Per maggiori informazioni su REST API, leggere le pagine seguenti:

Nota: Le chiamate API devono essere introdotte con il metodo POST HTTP. Alcune chiamate API, quelle che influiscono sui dati del sistema, richiedono l'uso di credenziali fornite dal gruppo ODP. Per maggiori informazioni, contattaci.

Endpoint SPARQL

Un altro modo per accedere al portale EU ODP è l'endpoint SPARQL a lettura automatica che permette di effettuare ricerche sulle descrizioni RDF dei set di dati. Nota: gli utenti anonimi possono effettuare solo richieste di informazioni.

Come mostrato sulla pagina "Linked data", è disponibile un'interfaccia grafica utente per inserire le query SPARQL.

Al seguente URL è disponibile un endpoint a lettura automatica per le attività di programmazione: sparqlep

Le specifiche di SPARQL sono consultabili sul sito W3C: https://www.w3.org/TR/rdf-sparql-query/. I modelli utilizzati per descrivere i set di dati catalogati sul portale EU ODP sono descritti sulla pagina "Linked Data" alla voce "Vocabolario di metadati".

Per maggiori informazioni sull'endpoint SPARQL, leggere le pagine seguenti:

Modello di dati RDF

Il profilo di applicazione DCAT per i portali di dati in Europa (DCAT-AP) è una specifica basata sul DCAT per descrivere i set di dati del settore pubblico in Europa. Il suo uso principale è consentire le ricerche incrociate di serie di dati tra portali, nonché migliorare la consultabilità dei dati del settore pubblico a livello transfrontaliero e intersettoriale.

Il capitolo seguente è stato estratto dalla versione finale 1.1 del DCAT-AP, disponibile al seguente indirizzo: https://joinup.ec.europa.eu/release/dcat-ap-v11.

Terminologia utilizzata nel profilo di applicazione DCAT

Un profilo di applicazione è una specifica che riutilizza termini di una o più norme di base, ma li rende più specifici indicando gli elementi obbligatori, quelli raccomandati e quelli opzionali da utilizzare per una determinata applicazione, così come raccomandazioni per l'uso di vocabolari controllati.
Un set di dati è una raccolta di dati, pubblicata o curata da un'unica fonte e disponibile per l'accesso o il download in uno o più formati.
Un portale di dati è un sistema basato sul web che contiene un catalogo di dati con descrizioni di set di dati e fornisce servizi che consentono di scoprire e riutilizzare i set di dati.
Nelle sezioni seguenti le classi e le proprietà sono raggruppate nelle categorie "obbligatoria", "raccomandata" e "opzionale". I termini hanno il significato illustrato di seguito.

  • Classe obbligatoria: un destinatario di dati DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative ai casi di questa classe; un mittente di dati DEVE fornire le informazioni relative ai casi di questa classe.
  • Classe raccomandata: un mittente di dati DOVREBBE fornire le informazioni relative a casi di questa classe; un mittente di dati DEVE fornire le informazioni relative ai casi di questa classe, se le informazioni sono disponibili; un destinatario di dati DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative ai casi di questa classe.
  • Classe opzionale: un destinatario DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative ai casi di questa classe; un mittente PUÒ fornire le informazioni ma non è tenuto a farlo.
  • Proprietà obbligatoria: un destinatario DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative alla proprietà in questione; un mittente DEVE fornire le informazioni relative alla proprietà in questione;
  • Proprietà raccomandata: un destinatario DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative alla proprietà in questione; un mittente DOVREBBE fornire le informazioni relative alla proprietà in questione, se sono disponibili.
  • Proprietà opzionale: un destinatario DEVE essere in grado di trattare le informazioni relative alla proprietà in questione; un mittente PUÒ fornire le informazioni ma non è tenuto a farlo.

Il profilo di applicazione riutilizza termini desunti da specifiche esistenti. Le classi e le proprietà specificate nelle sezioni seguenti derivano dagli spazi dei nomi seguenti:

DCAT-AP-OP

Inoltre, al modello DCAT-AP di cui sopra l'OP ha aggiunto altre proprietà per poter esprimere le informazioni che non fanno parte di DCAT-AP (ad es. titolo alternativo per i set di dati, numero di download per le distribuzioni).

In sostanza, DCAT-AP-OP non aggiunge classi a DCAT-AP, tranne "DatasetDescription"; oltre a ciò, aggiunge proprietà solo ad alcune classi DCAT-AP.

Per maggiori dettagli sul modello DCAT-AP-OP, consultare le specifiche DCAT AP-OP (solo in EN).

 

Il portale Open Data dell'UE supporta anche le estensioni GEO DCAT e DCAT-STAT.

 

Endpoint SPARQL: esempi di ricerche

Sulla pagina «Linked data» del portale Open Data dell’UE sono disponibili esempi di ricerche.